menù secondario

biocidi per uso industriale

La gamma di produzione degli additivi LAMIRSA, per il settore delle pitture e vernici, copre le seguenti categorie:

Conservanti in barattolo
Fungicidi permanenti per la protezione del film
Impregnanti per legno
Disinfettanti per parete
Antischiuma
Antisedimentanti
Disperdenti

Il controllo e l'efficacia dei prodotti avviene tramite due laboratori a disposizione della clientela:

Laboratorio Microbiologico - Laboratorio Cromatografico

Protezione del film secco - Fungicidi permanenti

Introduzione

Nella maggior parte degli ambienti interni la disinfezione del substrato è in grado di garantire una buona durata del film. Quando le condizioni atmosferiche si fanno più stressanti, però, è necessaria una protezione aggiuntiva che conservi attivamente e selettivamente il rivestimento dagli attacchi microbiologici.

Un ambiente umido o esposto a fenomeni atmosferici è, infatti, un substrato molto favorevole alla crescita di funghi e alghe che possono non solo macchiare la finitura, ma anche farle perdere aderenza fino a scrostarla (facendo così venire meno la funzione protettiva).

Conoscere il “nemico”

Gli organismi che minacciano un rivestimento murale sono principalmente di due tipi: funghi e alghe. I primi proliferano in ambiente umido, anche in assenza di luce, spesso sotto il film e colpiscono tanto i rivestimenti esterni quanto quelli di bagni, cucine, cantine, etc. Le alghe, invece, proliferano sulla superficie del film soprattutto in presenza di luce e particolarmente in ambienti salmastri, quindi sono molto più rare in interni.
Nella scelta di un fungicida/alghicida è importante conoscere da quali microorganismi questo prodotto dovrà proteggere il film.

Scelta del fungicida/alghicida

Se per scegliere un conservante è necessario soprattutto testarne l'efficacia contro i ceppi batterici, quando si tratta di trovare un buon fungicida/alghicida sono molti i fattori da prendere in considerazione:

•  Ambiente/substrato di applicazione: un prodotto per interni dovrà essere efficace contro i funghi, ma raramente necessiterà di protezione contro le alghe; viceversa un prodotto per esterni in località marine dovrà essere molto resistente alle alghe e chimicamente;

•  Spettro di attività;

•  Solubilità in acqua e tensione di vapore: il prodotto non deve evaporare o essere dilavato quando esposto agli agenti atmosferici. Se così succedesse, infatti, la sua durata nel tempo sarebbe molto limitata, lasciando via libera alle infestazioni.

•  Stabilità termica e alle radiazioni UV: per le stesse ragioni il prodotto non deve degradarsi quando esposto alla luce solare.

•  pH di lavoro: la resistenza al pH è importante sia per la stabilità durante la produzione sia per la resistenza chimica una volta applicato il prodotto.

•  Compatibilità con la formulazione del prodotto verniciante: essendo parte integrante della composizione del film, il fungicida/alghicida non deve interferire né con la qualità di applicazione né con le caratteristiche del film (plasticità, adesione, impermeabilità, etc.).

•  Approvazione secondo le normative vigenti.

•  Tossicità/eco tossicità: il prodotto non deve causare l'etichettatura del formulato finale né tantomeno avere un eccessivo impatto ambientale.

•  Rapporto costo/efficienza.

Con tutte queste necessità, per la protezione del film secco è quanto mai vero che non è tanto la sostanza, quanto un formulato attentamente studiato a determinare la qualità del prodotto.